hos sequitur laetus toto iam corpore Maius,

Mercurio et Maia quem tribuisse lovet

A questi segue allegro in tutto il suo corpo Maggio,

che Giove assegnò a Mercurio e Maia

MAGGIO: MERCURIO, MAIA E I LEMURIA

Abbiamo tutti una raffigurazione di maggio come mese di rinascita, di fiori e di colore: probabilmente i Romani vedevano questo mese in maniera differente, se Plutarco e Ovidio raccontano che non è bene sposarsi in questo mese, un mese dedicato ad alcune delle feste più solenni quali

  • i Lemuria, del 9, l’11 e il 13 maggio che erano i giorni dedicati ai lemuri, le anime in pena degli antenati che tornavano per importunare i viventi;
  • e poi la festa di purificazione del rito degli Argei del 14 maggio

Per questo si sconsigliava di sposarsi in questo mese, mese che per molti è dedicato alla dea Maia, madre di Mercurio di cui si festeggiavano i Mercuralia il 15 maggio – oppure, secondo un’altra tesi il mese dei “maiores”, a cui poi seguiva quello dei “iuniores”, giugno.

Mercurio

1 MAGGIO: BONAE DEAE

Antichissima dea di cui, si dice, non si conosce il nome reale perché mai fu detto agli uomini, si festeggiava il 1 maggio, data della fondazione sull’Aventino di un tempio a lei dedicato.

Poco si sa relativamente ai riti, una delle curiosità è che, durante questi riti il vino non poteva essere chiamato col suo nome – veniva infatti chiamato latte, e così anche la coppa dove si versava veniva chiamata “barattolo di miele”.

La dea, legata ad epiteti vicino alla fertilità, aveva valenza di curatrice: alcuni autori tramandano che nel suo tempio fossero presenti delle erbe e spesso era rappresentata insieme a dei serpenti, animali iconograficamente legati agli ambiti della medicina.

UN RITO PROIBITO

Il fatto che non si conoscono dettagli dei riti compiuti nel tempio, è di certo legato al fatto che nessun uomo poteva assistervi.

La Bona Dea mai aveva visto un uomo e mai un uomo avrebbe mai potuto vederla. Prima dei riti privati tutti gli uomini venivano cacciati dalla casa e con essi veniva cacciato il mirto, pianta con cui si credeva la stessa dea fosse stata percossa.

Maggio

IL 24 MAGGIO NASCE GERMANICO, GLI APPUNTAMENTI COL BIMILLENARIO

Lo scorso anno proprio a partire dalla suo giorno di nascita del 24 maggio, presso il Museo Archeologico c’è stato il Convegno Internazionale dedicato a Germanico Cesare con una schiera di studiosi di tutto il mondo, si incontreranno ad Amelia per dibattere sul grande generale romano che arrivò a un passo dall’impero.

Gli eventi che si sono succeduti a partire dal 2019 sono tanti e di grande interesse e si possono rivivere tra le pagine di questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *