Nel 1966, lungo gli argini del Tevere nei pressi di Città di Castello – splendida cittadina dell’Umbria – venne rinvenuta una tavola in bronzo di notevoli dimensioni in cui si parlava di un arco marmoreo da erigere a Roma, nel Circo Flaminio, e da dedicare alla memoria di Germanico Cesare, morto ad Antiochia il 10 ottobre del 19 d.C.

GLI ONORI A GERMANICO NELLA TABULA TIFERNAS TIBERINA

Il reperto non ebbe grossa considerazione, finché la dott.ssa Mafalda Cipollone non la riscoprì all’interno dei depositi del Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria – verificandone la sovrapponibilità con la Tabula Siarensis, altra eprigrafe recuperata nel 1982 in due frammenti provenienti dal sito dell’antica Siarum, colonia romana a 15 km da Utrera,nella provincia di Siviglia, e recante le disposizioni votate dal Senato di Roma nel 19 d.C. a proposito degli onori funebri da tributare a Germanico.

Dei tributi a Germanico ci parla anche Tacito nel secondo libro degli Annales, al capitolo 83 e ne sono testimoni altre epigrafi, di seguito la parte interessante degli onori, direttamente dalla traduzione della dott.ssa Cipollone.

Si decise di erigere un arco marmoreo nel Circo Flaminio a spese [pubbliche] e un accesso al luogo in cui statue al Divo Augusto e alla domus Augusta furono [dedicate] da Caio Norbano Flacco, con le immagini delle genti sconfitte, e che sulla facciata di questo arco si scri-vesse: “Il Senato e il popolo Romano [costruirono] questo monumento alla memoria di Germanico Cesare, il quale, vinti in guerra i Germani e respintili [poi?] dalla Gallia, e recuperate leinsegne militari e vendicato l’[ignobile] inganno dell’esercito del popolo Romano, regolato lostato delle Gallie, mandato come proconsole nelle province transmarine [d’Asia?], a formare quelle e i regni di quella regione su incarico di Tiberio Cesare Augusto, [sottomesso] il re del-l’Armenia, non risparmiando la sua fatica prima di entrare trionfante nell’Urbe per decreto del Senato, era morto per lo Stato”; e che sopra questo arco si collocasse la statua di Germanico[Cesare] sul carro trionfale e ai suoi lati le statue di D[ruso Germanico, suo padre] naturale, fra-tello di Tiberio Cesare Augusto, e di sua madre Antonia [e della moglie Agrippina e di Li]via,sua sorella, e di Tiberio Germanico, suo fratello, e dei [suoi figli e figlie]

Tabula Tifernas Tiberina
Lastra in bronzo chiamata Tabula Tifernas Tiberina
Tabula Tifernas Tiberina /// Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria (MANU) – Perugia

24-25 MAGGIO, MAFALDA CIPOLLONE AL CONVEGNO INTERNAZIONALE SU GERMANICO CESARE

Venerdì 24 maggio, alle ore 11.30 presso il Museo Archeologico di Amelia, la dottoressa Mafalda Cipollone presenterà “Germanico è morto, viva Germanico: gli onori funebri a Germanico alla luce della Tabula Tifernas Tiberina”.

Oltre alla dott.ssa Cipollone, tantissimi studiosi si incontreranno il 24 e 25 maggio presso il Museo Archeologico di Amelia per un Programma complessivo che tratterà della figura del condottiero e della statua bronzea di Amelia.


Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *