La morte di Germanico Cesare fu, e resta, uno dei più grandi gialli irrisolti della storia: fu proprio Tacito negli Annales a insinuare il dubbio raccontandoci le ultime ore di Germanico…

L’idea di essere stato avvelenato da Pisone esasperava, in lui, la virulenza del morbo; inoltre, si erano trovati, a terra o sui muri, resti umani dissepolti, formule magiche, incantesimi e il nome di Germanico inciso su tavolette di piombo, ossa mezzo bruciate e impastate a grumi di sangue e malefici del genere, con cui si crede di poter consacrare le anime agli dei infernali. E ai messi inviati da Pisone si addossava l’accusa di spiare il peggioramento della salute.

Tacito, Annales, II, 69

E furono poi gli atteggiamenti di Tiberio e il suicidio dello stesso Pisone a fare il resto: probabilmente i più di una Roma scossa dalla morte del giovane generale, designato e a un passo dall’impero, credettero alla versione dell’assassinio.

Locandina del laboratorio teatrale "L'assassinio di Germanico"
L’assassinio di Germanico /// Locandina

IL LABORATORIO TEATRALE

L’opera che verrà messa in scena dai ragazzi del laboratorio teatrale del Liceo Classico G. Cornelio Tacito di Terni è ispirata a “Germanicus” di Ludovico Aureli, “L’assassinio di Germanico” di Stephen Dando-Collins e – appunto – agli Annales di Tacito.

La Regia è a cura di Elena Marrone


24-25 MAGGIO: CONVEGNO INTERNAZIONALE

La presentazione del libro è uno dei tanti eventi collaterali per le celebrazioni del Bimillenario della morte di Germanico Cesare, prologo al Convegno “Germanico… a un passo dall’impero” che inaugurerà il prossimo venerdì 24 maggio, alle 17.00 presso il Museo Archeologico di Amelia.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *